Attività nei musei

Lezioni di numismatica nel museo di SulaymaniyaNell’ambito delle attività museali, un’ampia sezione è dedicata alla catalogazione delle collezioni e alla formazione del personale locale nei principali musei del Kurdistan iracheno, nelle città di Sulaymaniya, di Erbil e di Dohuk. Questa prosegue e integra quanto previsto nel progetto Tutela del patrimonio culturale della Regione Curda in Iraq del 2009/2010.

Il team italiano, affiancato dallo staff di ciascun museo, è attualmente impegnato in una catalogazione trasversale che interessa nello specifico le collezioni numismatiche presenti nelle tre istituzioni. Oltre 10.000 monete sono state ad oggi visionate, inserite nel loro corretto contesto cronologico e geografico. L’analisi del materiale ha inoltre condotto all’individuazione e all’isolamento di numerosi falsi moderni. Un database per la catalogazione del patrimonio museale, fruibile online e comune ai tre musei, è stato predisposto ed ampiamente utilizzato per la registrazione e la raccolta dei dati preliminari della documentazione numismatica (http://db.bradypus.net). Il training on the job, parte integrante dell’attività di catalogazione, è stato concepito con lo scopo di fornire allo staff locale sia idonei metodi di catalogazione ed appropriati criteri di catalogazione digitale, sia gli strumenti necessari ad un corretto riconoscimento di serie e tipi monetali.

Lezioni frontali e laboratori didattici sono stati messi a punto con l’intento di offrire adeguate conoscenze al personale dei musei relativamente al materiale già presente nelle collezioni (e a quanto si spera possa presto emergere dalle attività di scavo che stanno conoscendo una florida stagione dopo decenni di stagnazione) e ad una migliore comprensione dei diversi contesti storici e della storia delle monetazioni. Sono state oggetto di lezioni ed esercitazioni le monetazioni antiche, nel senso più ampio del termine, che hanno circolato nella regione per circa un millennio, dall’epoca achemenide a tutto il periodo sasanide, con mutevoli apporti sia da occidente che da oriente. Ulteriore rilievo è stato dato alla monetazione islamica (metà del VII secolo fino all’età moderna) vista la grande importanza storica, economica e culturale che le emissioni delle numerose dinastie islamiche hanno conosciuto nel territorio dell’odierno Iraq. Particolare attenzione è stata rivolta alle produzioni monetali emesse prima del XIV secolo così come a quelle monetazioni islamiche locali messe in circolazione dalle dinastie turcomanne nel corso dei secoli XII e XIII. Le esercitazioni pratiche hanno invece riguardato la lettura e l’intepretazione delle legende, nonché la decifrazione dello stile di scrittura cufico e il riconoscimento di serie e tipi monetali precedenti l’arrivo delle orde mongole.

L’impegno nella salvaguardia e nella valorizzazione dei beni numismatici di ciascun museo si esplica inoltre attraverso l’ideazione di specifici spazi espositivi, di elaborazioni grafiche e a stampa di corredo alle nuove e future musealizzazioni. Rientrano in quest’ottica anche la predisposizione di materiali per l’idonea documentazione e per la corretta conservazione e lo stoccaggio delle monete.

Galleria fotografica